A VOLTE SI PERCORRONO STRADE CHE IL CUORE NON CAPISCE E CHE LA MENTE NON SA SPIEGARE

a cura della Scolta Martina Buzzacchino

Grazie alle numerose precauzioni prese per svolgere tutto secondo le norme anti Covid-19, nella giornata di domenica 13 dicembre 2020, la compagnia Nephilim della sezione di Taranto 2, organizza la sua uscita di compagnia, presso la Circum Mar Piccolo.

Certo, un’uscita di compagnia muniti di mascherine non promette il massimo, ma la nostra compagnia riesce a sorridere e a rendere tutto divertente nonostante le difficoltà, in quanto con il sorriso e con tante risate, il nemico si batte in partenza.

Il ritrovo era alle 8:30 presso l’Oasi del WWF “Palude La Vela”, siamo stati troppo bravi ad arrivare puntuali per partire tutti insieme, dapprima abbiamo risalito il Canale d’Aiedda per poi fermarci, dopo un po’ di strada, sull’antico ponte della ferrovia dismessa per svolgere una breve attività di topografia, ma il tempo non è mai troppo, e si riparte subito.

Durante la strada non si cammina e basta, ma succedono tante cose, ci si confida, si scherza, si ammira ciò che ci circonda, si canta, ma si lavora anche su se stessi, anche se di solito questo succede quando qualcuno è stanco ed inizia a stare in silenzio per recuperare fiato!

Fermi per il pranzo alle 13 presso la foce del fiume Cervaro vicino all’ex Convento dei Battendieri, la ronda cucina inizia a cucinare nonostante qualcuno rubasse il sugo dalle pentole, e dopo aver mangiato tutti insieme, di nuovo zaino in spalla per ripartire e percorrere la parte più divertente del percorso, la ferrovia abbandonata!

È stato meraviglioso ma difficile allo stesso tempo, sfido chiunque a dire di non essersi punto almeno una volta per i rovi troppo alti, ma è anche questa una delle parti divertenti della strada, tutti ridono e si aiutano, c’è un clima serenissimo e quasi non si vuole arrivare alla fine della strada, ogni tanto qualcuno ti viene vicino e ti dà una pacca sulla spalla, ti guarda e ti chiede se va tutto bene, ed è uno dei gesti più belli che ci sono secondo me.

Alle 17 dopo un po’ di km, arriviamo al punto di arrivo presso la Masseria Vaccarella, e data la stanchezza di tutti, decidiamo di preparare il caffè, aspettando l’arrivo dei genitori, dopo il caffè il grido, e si ritorna a casa, stanchi ma felici di aver trascorso un’intera giornata in compagnia delle persone giuste.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Cacciatori di Demoni (@compagnia.nephilim)