Un campo invernale sulla neve

di Nicole Barrese (VCP Puma)
In data 6-7-8 gennaio 2017, presso la Casa Domus di Pasano  – Sava (TA), la Compagnia Overland e il Reparto Hogwarts hanno effettuato il campo invernale durante il quale si è svolta l’Impresa dell’Esploratore Scelto di Eleonora Greco.

L’Esploratore Scelto è la massima progressione che un esploratore può raggiungere, per ottenere questo risultato, il ragazzo deve possedere o aver sviluppato delle competenze che gli consentano di aver raggiunto una preparazione completa verso i 4 obiettivi di B.P. Successivamente egli deve svolgere in forma d’impresa (ideare, programmare, realizzare, eseguire e verificare) un’attività articolata su ben 4 specialità diverse, dove ognuna mira ad uno dei diversi punti di B.P. Nel caso specifico, la Scaut Eleonora Greco ha articolato la propria impresa personale dell’Esploratore Scelto sulle seguenti specialità:

  • Pionierismo (Abilità manuale) –> Progettazione e costruzione delle porte di Roverino e del palco del teatro
  • Gioco di Squadra (Salute e forza fisica) –> Costruzione del campo, conduzione e svolgimento di un Torneo di Roverino
  • Espressione (Formazione del carattere) –> Rappresentazione teatrale con il coinvolgimento di tutto il Reparto
  • Utilità sociale (Servizio verso il prossimo) –> La rappresentazione teatrale è diventata un’attività d’intrattenimento per tutta la sezione.
Il primo giorno, suddivisi in posti di azione, avremmo dovuto costruire le strutture del campo di Quidditch (una specie di palla scaut modificata), ma purtroppo a causa della neve, Eleonora ha dovuto ripiegare su un torneo di Roverino che invece si è potuto svolgere dentro al grande salone presente nella struttura. Pertanto al posto delle porte di Quidditch e degli spalti, abbiamo costruito 2 coppie di TP (tre piedi), con la punta centrale più lunga al fine di simulare le porte del Roverino.
Porta del roverino

Porta del roverino

porta

Dettaglio altra porta roverino

Tali costruzioni inoltre sono poi tornate utili anche come palco della rappresentazione teatrale dal titolo “Harry Potter e la pietra filosofale”.
Palcoscenico

Palcoscenico

Nel primo pomeriggio, si sono svolte quindi le prime partite di Roverino arbitrate da Eleonora, tutte le partite sono state estremamente combattute, perché i punteggi confluivano nel Trofeo della Coppa delle Case.
Torneo di roverino

Torneo di roverino

Torneo di Roverino

Torneo di Roverino

Successivamente ci siamo dedicati al superamento prove per la progressione personale, infatti come da tradizione, al Campo Invernale tutti i piedi teneri saliti dal Branco, prestano la loro promessa e proprio per questo erano molto tesi e concentrati. Molte prove da superare erano in realtà dei giochi tecnici su primo soccorso, topografia e il calcolo delle distanze e delle altezze.
Nel secondo pomeriggio invece sotto la guida di Eleonora ci siamo impegnati nelle prove della rappresentazione teatrale. Qui oltre agli attori protagonisti e alle comparse, ogni pattuglia aveva un proprio posto d’azione per curare i vari aspetti organizzativi: trucco, costumi, audio, luci e scenografia. Tutto è stato molto divertente, perché abbiamo realizzato un piccolo set completo di tutte le figure.
Trucco

Trucco

Scenografia e audio

Scenografia e audio

luci

La sera dopo cena, abbiamo fatto un gioco notturno, una specie di nascondino modificato per pattuglie, che si è svolto nell’intera struttura a luci spente. Quattro pattuglie si nascondevano e quella rimasta contava 120 secondi per poi cercare tutti. Il giorno dopo, abbiamo fatto le ultime partite del torneo di Roverino e al primo posto è stato guadagnato dalla pattuglia Falco.
Mentre il 7 sera, dopo aver concluso con successo la prova generale, c’è stata la rapprersentazione teatrale “Harry Potter e la Pietra Filosofale” il pezzo forte dell’Impresa dello Scelto di Eleonora Greco.
Gli attori principali sono stati: Danilo Dellisanti nei panni di Harry Potter, una strepitosa Eleonora Greco nei panni di Hermione Granger e del narratore, Francesco Ceci  nei panni di Ronald Weasley, una sorprendente Martina Chiffi nei panni di Minerva McGranitt e Marco Scalise nei panni di Hagrid. Tantissime sono state le comparse più o meno importanti per la riuscita dello spettacolo delle quali ricordiamo Andrea Marinò (Albus Silente), Simone Lanza (Olivander), Michele Petio (Draco Malfoy), Lorenzo Giove (Severus Piton), Luca Andrenucci (Vernon), Filippo Pavone (Dudley), Sveva Maruccia (Petunia), Filippo Pavone (Fiorenzo il Centauro), Valentina Damasi (voce cappello parlante), Francesco Manfredi (Prof. Raptor), Michele Petio (voce Voldemort) e  Graziano De Benedictis (Gazza).
Harry Potter e la pietra filosofale

Harry Potter e la pietra filosofale

Dopo il grande spettacolo, c’è stata una lunga quanto emozionante Cerimonia della Promessa, anche questa per motivi meteo è stata svolta dentro con l’ausilio di una lampada elettrica e con lo sfondo di Hogwarts proiettato sul telone a fare da sfondo. Hanno prestato la loro promessa ben 13 esploratori: Giulia Dellisanti, Aldo Bianco, Lorenzo Giove, Paolo Parisi, Jacopo Ceci, Francesco Manfredi, Maya Marinelli, Valentina Damasi, Sveva Maruccia, Alberto Petruzzi, Gabriele Marraffa e Patrizia Morea. Mentre a Graziano che proveniva dal CNGEI e aveva già fatto la sua promessa il Capo Reparto ha consegnato solo il foulard di Reparto.
Cerimonia della Promessa

Cerimonia della Promessa

La Promessa Scaut
“Prometto sul mio onore di fare del mio meglio per:
per compiere il mio dovere d’amore verso Dio, la Patria, la Famiglia e l’Umanità;
essere d’aiuto a chiunque in ogni occasione;
vivere secondo la Legge Scaut.”
Pronunciando  la promessa scaut i ragazzi scelgono di aderire liberamente al movimento scaut mondiale, al fine di diventare i migliori cittadini del mondo e possibilmente le migliori guide possibili per gli uomini. La Legge Scaut deriva dall’antico codice cavalleresco che B.P. volle fosse il modello di vita per i ragazzi:
  1. La parola dello Scaut è sacra.
  2. Lo Scaut agisce sempre con lealtà.
  3. Lo Scaut è amico di tutti, indipendentemente da razza, nazionalità, religione o condizione.
  4. Lo Scaut tiene fede ai propri ideali, ma rispetta le opinioni altrui.
  5. Lo Scaut ama e protegge il debole anche con suo personale sacrificio.
  6. Lo Scaut ama la natura ed è, in particolare, amico degli animali.
  7. Lo Scaut sa che per imparare a guidare gli altri deve prima saper obbedire.
  8. Lo Scaut è cortese e sereno anche nelle difficoltà.
  9. Lo Scaut è sobrio e parsimonioso.
  10. Lo Scaut è puro di pensiero, corretto nelle parole e negli atti.
Promessa di Giulia Dellisanti

Promessa di Giulia Dellisanti

Alla Cerimonia della Promessa è seguita la consegna dei brevetti, su tutti spiccano l’Esploratore Effettivo conseguito da Martina Chiffi e Filippo Pavone, mentre hanno conseguito Ranger Nicole Barrese e Andrea Marinò, infine il Capo Reparto ha consegnato ad Eleonora Greco l’Esploratore Scelto in attesa di quello inviato dal Commissario Centrale alla Branca Esploratori (clicca qui per approfondire).
Esploratore Scelto a Eleonora Greco

Esploratore Scelto a Eleonora Greco

Una tradizione del Reparto Hogwarts molto cara a tutti gli esploratori (clicca qui per approfondire) consiste nella consegna dei nomi di battaglia a tutti coloro che hanno conseguito una nuova progressione verticale, pertanto in chiusura si proceduto alla Cerimonia dei Nomi di Battaglia:
Luca Andrenucci: Choji
Giulia Dellisanti: Hilary
Aldo Bianco: Calimero
Lorenzo Giove: Ih Oh
Paolo Parisi: Droopy
Jacopo Ceci: Crash Bandicoot
Francesco Manfredi: Wobbuffet
Maya Marinelli: Dee Dee
Valentina Damasi: Peppa Pig
Gabriele Marraffa: Ben Ten
Patrizia Morea: Nami di One Piece
Sveva Maruccia: Kiss Me Licia
Alberto Petruzzi: Finn di Adventure Time
Graziano De Benedectis: Shrek
Nicole Barrese: Bulma
Andrea Marinò: Doctor Who
Filippo Pavone: Slimer
Martina Chiffi: Dori
Eleonora, nome di battaglia Hermione Granger

Eleonora, nome di battaglia Hermione Granger

 L’ultimo giorno abbiamo fatto il grande gioco “La Caverna degli Inferi” sulla neve, ossia un gioco di ruolo a tema del trofeo che dura dalle 2 ore alle 2 ore e 30 minuti che coinvolge tutte le pattuglie in un lavoro di squadra, come chiusura del trofeo che ha vinto la pattuglia Leone, seconda la Cobra, terza la Puma, quarta la Falco e quinta la Giaguaro.
Grande Gioco, la Giaguaro in azione

Grande Gioco, la Giaguaro in azione

Fare un campo, significa imparare a convivere con altre persone, aiutarsi e rispettarsi, divertendosi e mettendo sempre noi stessi alla prova al fine di crescere e migliorare.